Sinossi

Il volume intende ripercorrere, in forma antologica e in una veste destinata al grande pubblico, uno spaccato del percorso che la letteratura e il dibattito politico italiano di fine Ottocento hanno dato relativamente alla definizione dell’identità geografica e culturale di Napoli e del Mezzogiorno come territorio di frontiera e realtà problematica, su cui si sperimentavano i limiti di un intervento ancora tutto da sviluppare da parte del nuovo Stato Unitario. I brani sono tratti dalle Lettere meridionali (1875) di Pasquale Villari, dalla Miseria di Napoli (1877) di Jessie White Mario e da Napoli a occhio nudo (1878) di Renato Fucini.